Riportiamo di seguito l’articolo di Patrizia Zampieri

Chi abita davanti al sottopasso Lingotto sa che lì non si vede un vigile neanche a sognarlo. Ma… niente paura! Da qualche giorno infatti la mamma è piantonata sul balcone dalla cui vetta (sesto piano) domina la vallata di cemento, e supervisiona attentamente qualsiasi traffico, tanto da non perdersi nemmeno il volo di un qualunque (e ignaro) insetto di passaggio.
A questo proposito il nostro balcone, benché privo di fiorame, pare in effetti essere stato eletto ad area di servizio per vespe, api, cimici, coccinelle e affini.

Tornando al traffico a motore, si fa strada in me il sospetto che la matriarca si sia autoproclamata 007 del più vicino Comando di Polizia Municipale, e che a loro faccia poi diretto rapporto. Ma, dal momento che il mezzo pagante, ovvero il marito, non ha richiesto nessuna frenata da esubero di bolletta del telefono, ciò non può che avvenire a mezzo trasmissione del pensiero. Follia? Mica tanto, conoscendo la mamma…

Quello che però mi turba è riuscire a distoglierla da cotal “dovere” in favore di una salutare passeggiata ogni tanto presso i locali giardinetti.
L’ultima volta che ci ho provato è finita a cilecca. Attenti, automobilisti… attenti…

PATRIZIA ZAMPIERI

Share: